TUTTE LE DONNE DI ANDREA CAMILLERI

Sono 39 le donne che Camilleri racconta in un libro che ha un titolo tanto breve quanto evocativo che a loro si riferisce.

L’autore evidentemente ha molto da raccontare oltre al conosciutissimo commissario Montalbano.
Se quest’ultimo di donna ne ama solo una pur essendo sensibile al fascino di molte, Camilleri lascia intendere che lui ne ha amate diverse.
Naturalmente le donne citate non sono solo né tutte avventure della sua vita.
Ed anzi ci tiene a precisare che alcune sono protagoniste di aneddoti riferiti e che lui ha voluto mettere su carta.

Molti sono personaggi femminili che conosciamo grazie alla storia e alla mitologia: figure forti ed ipnotiche che di volta in volta rappresentano una o più sfaccettature dell’essere donne. Di ieri e di oggi.

La singolare lista prende le mosse da una certa Angelica, anzi due.
La prima è quella dell’Orlando Furioso; di lei un decenne Camilleri si innamora in casa dei nonni materni, dove trova la magna opera di Ariosto nascosta da decine di pubblicazioni storico-geografiche riguardanti le regioni italiane.
Da allora cercherà un po’ di Angelica in tutte le donne che incontrerà: amiche, amanti, compagne o semplicemente colleghe.
La seconda è quella che incontra a Roma nell’immediato dopoguerra, rivoluzionaria russa di grande fama e altrettanto grande carattere. Pochi e fugaci incontri in un caffè che diventeranno per il giovane autore un ricordo da custodire gelosamente.

Da Angelica, ad Antigone, passando per Bianca, Desideria, Ninetta fino Zina, protagonista di una vicenda commovente e tristemente attuale: quella in cui una giovane, per sfuggire alle brutalità subìte nel suo paese, è pronta a dare tutta se stessa in cambio di un permesso di soggiorno, un lavoro, una vita (appena un po’) più dignitosa. Da chi scrive imparerà che la vita non è tutta uno scambio: a volte si dà senza chiedere nulla in cambio. Piccoli miracoli quotidiani.

Il libro è pieno di racconti belli che fanno riflettere. Del resto è difficile dubitare delle doti di Camilleri quando si parla di scrittura e narrazione.
Non conosciamo la percentuale della veridicità di quanto scritto, ma ad un grande scrittore come lui si perdona e concede tutto o quasi. Perché in fondo poco importa quanto ci sia di vero nelle vicende narrate: ciò che realmente importa sono la maestria e la fluidità con cui si racconta. Un insieme di frammenti, ricordi e racconti. Memorie e brevi parentesi che probabilmente non sono il suo lavoro migliore ma sicuramente sono un lavoro suo, che si delinea in queste pagine come un appassionato di letteratura, storia e molto altro.

Uno di quei libri da leggere in compagnia. Dove la compagnia è quella di altri libri. Non avendo trama e intreccio si presta ad essere letto ad intervalli più o meno regolari senza che la consequenzialità subisca alcun danno.
Mentre aspettiamo qualcuno oppure nello stacco pubblicitario di qualche bel film, da preferire a telefoni e controllo ossessivo di ogni tipo di social, per qualche minuto di pura delizia della mente.

Cosa leggere: Donne di Andrea Camilleri. Perché leggerlo: perché è un inno alla complessità della figura femminile. Quando leggerlo: in pause brevi o lunghe, per godere di una bella lettura.

Donne di Andrea Camilleri Rizzoli Editore prezzo € 13,00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...