LA VITA SESSUALE DEI NOSTRI ANTENATI. È ESISTITA

La vita sessuale dei nostri antenati è per me un libro bellissimo.
Uno di quelli che consiglio con decisione. Uno di quelli che se potessi imporrei.
Perché racconta la storia di una famiglia che compie un viaggio, non sempre facile né privo di buche, tra diverse epoche storiche; epoche che rimangono intrecciate tra loro, nonostante desiderino fortemente sciogliersi.

Ada è una quasi quarantenne della buona borghesia. Ha tentato di fuggire dall’agiatezza della sua condizione diventando docente universitaria di letteratura greca e scegliendo come compagno di vita un uomo libero ed indipendente come lei con cui condivide un appartamento e momenti limitati di altrettanto limitate giornate.
È una donna moderna, libera, aperta. Ha una personalità forte sebbene nasconda molte fragilità tipiche della difficile condizione di donna. In ogni epoca, in ogni rango, ad ogni età.

La Lauretta del sottotitolo è invece sua cugina, orfana come lei, ma più fiera dal suo status di nobile. Sono cresciute insieme lei e Ada, ma Lauretta ha scelto uno stile di vita più consono al ruolo che la sua famiglia ricopriva nei piccoli paesi di Donora e Ordalè.
Dopo aver vissuto il Sessantotto, lo ha dimenticato, a favore di una bella casa, una famiglia perfetta, ed una casa in campagna in cui trascorrere le estati.
Lauretta è così radicata nella propria condizione di benestante e benpensante da rifiutare di credere che i suoi stessi antenati hanno avuto una vita sessuale, passioni, bisogni primordiali e carnali. (Da qui la coltissima ironia del titolo circa il fatto che si crede nata per partenogenesi).

A proposito, non cercate i luoghi citati, perché non esistono. Sono frutto della fantasia di una grande autrice che è Bianca Pitzorno e per questa ragione talmente credibili da riuscire ad immaginarli nitidamente.

La vita sessuale dei loro antenati, di Ada e Lauretta, viene portata alla luce da un diario trovato sul fondo di un armadio.
Verrà fuori che tutti, in famiglia, hanno avuto o hanno dei segreti: la rigida nonna Ada Ferrell, lo zio Tancredi misterioso e affascinante, la sua cameriera personale Armellina, il nonno Bertrand, lo stesso Giuliano, compagno pacato e riservato di Ada.

La descrizione degli eventi del passato risulta magnetica. E chi legge è naturalmente portato a concedersi ancora una pagina per comprendere cosa sia accaduto nel prima da potersi ripercuotere con tanta forza nel dopo.

I personaggi hanno una fortissima caratterizzazione, arricchita da un bagaglio che li rende reali e attivi.

La maestria narrativa della Pitzorno semina indizi qua e là, e credendo i suoi lettori talentuosi almeno la metà di lei si aspetta che questi bastino a comprendere un finale che pare incompleto, non finito.
In realtà con gli aiuti disseminati in lungo e in largo nella narrazione potremmo immaginare noi stessi un finale adatto.
E sarebbe un bell’esercizio di immaginazione creativa.
Ma Bianca Pitzorno fa molto di più: ci racconta quello che non abbiamo voluto leggere tra le righe. Sul suo sito, in un apposito approfondimento.

Un’ appendice per raccontare ciò che non abbiamo voluto pensare.
Per concludere una saga familiare che non prevede seguito.

Listening: Helplessly Hoping – Crosby, Stills & Nash

2 pensieri su “LA VITA SESSUALE DEI NOSTRI ANTENATI. È ESISTITA

Rispondi a pickabookthings Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...