Libri da leggere davanti al camino: ecco i miei consigli!

Libri da leggere davanti al camino: quali e come scegliere?

Nuove uscite, grandi classici, romanzi brevi, gialli avvincenti, biografie: volerli leggere tutti ma non riuscire a sceglierne alcuno.

Qui alcuni titoli da scegliere o a cui ispirarsi. Perché ogni storia è una grande storia e vale (quasi) sempre la pena di essere letta!

Libri d’autunno: quali scegliere?

L’autunno sta arrivando con le sue temperature frizzanti e le giornate corte.

Odore di cannella e melograno nell’aria.

Poi le prime cioccolate calde e le luci di Natale che fanno la loro comparsa sempre prima, come per far durare la festa più a lungo.

Usciamo di meno e mangiamo di più, accumulando qua e là qualche chilo che a primavera cercheremo disperatamente di buttare giù.

A primavera, appunto.

Per adesso cioccolata, camino acceso e libri: ma quali scegliere per una lettura piacevole e rilassante, in grado di farci sognare vivendo avventure che nella vita reale è difficile anche solo immaginare?

Scopriamoli insieme!

Libri da leggere davanti al camino: ecco le proposte

Nel Muro – Mauro Corona

Mauro Corona, scrittore e scalatore friulano, è un uomo di altri tempi che sembra essere capitato per puro caso nel nostro.

Con l’ultimo lavoro torna al romanzo vero e proprio, dopo essersi dedicato per qualche tempo a quello breve, e racconta una storia misteriosa e affascinante.

La storia è quella di un uomo che nel ristrutturare la baita di famiglia scopre i corpi mummificati di tre donne.
Chi sono le tre persone murate nella casa dei suoi antenati? E cosa significano i simboli incisi sui loro corpi?
Insieme al mistero e alla bellezza della natura, Corona riesce a descrivere la forza e la passione dei boschi che conosce e ama.

Le nostre anime di notte – Kent Haruf

Le nostre anime di notte di Haruf è un libro lento e mai noioso.
Una storia con protagonisti maturi, non (solo) nell’aspetto anagrafico, ma anche e soprattutto nel linguaggio verbale e del corpo, nelle scelte, nelle tempistiche.

Le nostre anime di notte è la storia di due vicini di casa che si innamorano e decidono di condividere tempo, sogni, speranze e notti. Perché è di notte che la solitudine colpisce di più e più forte.

Una lettura intensa e delicata, come tutta la trilogia di Haruf. Consigliatissima anche quella.

Open. La mia storia Andre Agassi

Andre Agassi, l’uomo che conosciamo come una vera e propria leggenda del tennis, quello sport lo odiava.

Costretto ad allenarsi da un padre dispotico e determinato, sviluppa una tecnica ed una capacità di gioco che lo portano sui podi più prestigiosi e importanti del mondo.

Ma lui, Agassi, mantiene una sua autenticità pur vincolato ad una vita non scelta né voluta.
Consapevole dell’eccezionale talento di cui è dotato, costruisce una carriera che va dal perfezionismo più estremo a slanci di vera e propria autodistruzione.

Il tutto abbinato ad un look che ha fatto tendenza e molto discutere.

La biografia di Agassi è tra i libri consigliati dallo stesso Baricco in “Una certa idea di mondo” e per questa ragione andrebbe letto, a prescindere dalla stagione e dall’avere un camino.

Baricco sottolinea la bravura del ghostwriter che ha dato una straordinaria voce al campione dalla straordinaria vita. Un writer che non si vede e non si sente: ghost, appunto.
Sembra che sia lo stesso Agassi a ricordare e scrivere, e nessuna prova può essere più valida per stabilire la bravura di chi sta scrivendo realmente.

La scomparsa di Stephanie Mailer – Joel Dicker

La scomparsa di Stephanie Mailer rappresenta un giallo alla Dicker in piena regola.
Qualcuno che scompare e qualcun altro che lo cerca: ma la storia non è così semplice come sembra e anzi molto più intricata di quanto si possa anche solo immaginare.

Joel Dicker sa tenere bene le redini della storia mentre incolla il lettore, pagina dopo pagina, ad una storia avvincente e ricca di personaggi.
Sembrano avere tutti una esistenza indipendente salvo poi scoprire di essere tutti indissolubilmente legati l’uno all’altro.

Cento poesie d’amore a Ladyhawke – Michele Mari

Michele Mari è attuale, sfrontato, crudo.
Le sue poesie gridano frasi già pensate e dette.
Sono situazioni che abbiamo vissuto, rapporti che stiamo vivendo, ansie che vivremo.

Ritrovarsi in versi ci avvicina ad un genere atipico ed elitario, che tanto elitario poi non è. O almeno non sempre.
Non si può leggere sempre Leopardi, tanto per citare uno classico, famoso e ancora letto.

In giro c’è molto altro e vale la pena di essere scoperto.

Photo by Pavan Trikutam on Unsplash.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...